Bollette luce e gas: come cambiano dal 1 Settembre

Nuove bollette luce e gas

Dal 1 Settembre i consumatori riceveranno le nuove bollette e potranno così comprendere in modo più chiaro e immediato quanto costa loro l’energia che consumano: le regole per la realizzazione della nuova bolletta si applicheranno allo stesso modo a tutte le aziende venditrici.
Ma come sarà la nuova bolletta? E da quali voci sarà composta?
Innanzitutto conterrà un unico foglio su cui, per mezzo di semplici diagrammi a colori e termini di facile comprensione, verranno mostrati gli elementi essenziali di spesa e di fornitura dell’energia.
Per prime compariranno le informazioni di base della fornitura energetica: la situazione dei pagamenti, i consumi, i dati anagrafici del cliente e la spesa da pagare.
Verrà poi mostrato in modo preciso come è suddivisa la spesa in base alle diverse voci; nel caso della bolletta elettrica le voci saranno: la spesa per l’energia (l’attuale “Servizi di vendita”), l’Iva, le imposte, la spesa per il trasporto dell’energia e la gestione del contatore (l’attuale “Servizi di rete”) e gli oneri di sistema (indicati in modo esplicito, mentre invece oggi fanno parte dei “Servizi di rete”).
Sarà inoltre mostrato chiaramente il costo medio unitario in euro/kWh (elettricità) o euro/metro cubo standard (gas) del servizio acquistato e il totale da pagare.
Nella nuova bolletta il venditore dovrà esporre sia il totale dei consumi indicato dal contatore, sia quanto consumato tra una lettura effettiva e l’altra: per un consumatore avere entrambi i valori è importante per verificare che i consumi fatturati siano proprio quelli effettivi.
Il cliente che volesse una spiegazione più dettagliata dei macro-costi potrà richiedere al suo fornitore un quadro di dettaglio.
L’Autorità per l’energia ha inoltre stabilito che pubblicherà un glossario contenente le definizioni dei principali termini utilizzati mentre ai venditori verrà chiesto di pubblicare una guida alla lettura sempre aggiornata che descriva in maniera dettagliata le voci, in modo da permettere ai consumatori una lettura chiara e trasparente. Saranno più chiari anche i casi dei conguagli, che verranno mostrati in un apposito riquadro.
E voi cosa ne pensate?

Nessun commento

Invia un commento