Canone RAI, come cambia la tassa sulla TV

canone rai in bolletta elettrica ubroker

Il canone Rai cambia faccia, se non totalmente almeno parzialmente. Le novità riguardano il suo pagamento, che da oggi potrà essere rateizzato, secondo alcuni criteri.

In primis il canone sarà accorpato alla bolletta elettrica, e questo al fine che lo paghino tutti gli aventi dovere. Il canone verrà diluito pertanto in 10 acconti mensili, dei quali il primo sarà quello a importo più alto: esattamente come capita in qualsiasi normale istruttoria per una pratica di accensione mutuo o fido.

Viene ribadito con forza il fatto che il canone è richiesto indifferentemente e indistintamente a chiunque possegga almeno un apparecchio televisivo. L’esenzione è per i proprietari di abitazioni date in affitto con intestazione di bolletta elettrica al proprietario, il quale non pagherà così come neanche i suoi inquilini.

L’esenzione è estesa anche a coloro che abbiano compiuto almeno 75 anni con un reddito familiare inferiore ai 7000 € annui. Per chi possiede più di un immobile, pagherà il canone solo per uno di questi.

Chi rientra nelle fasce di esenzione potrà ottenere sgravi fiscali presso i competenti uffici all’agenzia delle entrate.

Nessun commento

Invia un commento