Il risparmio energetico anche a Natale

Risparmiare energia a Natale

Risparmiare energia è un ottimo proposito, che deve rimanere valido anche a Natale.

Puntuale, come un orologio svizzero, non poteva mancare la lista dei cinque buoni consigli, uno per ciascun dito della mano, che ogni amante del Natale non può non applicare.

Chi è per addobbare non solo casa, ma anche balcone, terrazzi, finestre, vetrine, abbia la cortezza di utilizzare illuminazioni a LED: le quali, seppur già leader del risparmio energetico, se vengono comunque spente di notte male non fa.

La seconda? Abbassare i riscaldamenti durante le grandi riunioni di famiglia: i corpi umani sono termoconduttori e più si è, meno i termosifoni lavorano.

La terza? Sfruttare in cucina il calore prodotto dal forno, che mai come sotto le feste svolge straordinarie e incredibili performances e straordinari.

La quarta? Importare in cucina la tecnologia: vale a dire strumenti di cottura alternativi che abbattono fino al 66% il consumo abituale di gas.

La quinta? Vi stupirà. Si tratta della TV, mai come in questi anni catalizzatore di attenzione e produttore di coesione sociale: spegnerla almeno durante pranzi e cenoni, non fa di certo risparmiare in maniera rilevante elettricità, ma quanto meno aumenta lo scambio relazionale e soprattutto alimenta il buon gusto ormai scomparso.

Nessun commento

Invia un commento