Parigi illumina il futuro dell’energia e dell’ambiente

Conferenza sul clima di Parigi

La conferenza di Parigi risveglia le speranze sul clima e l’ambiente.

La conferenza dell’ONU tenutasi a Parigi, rivela come sia necessario avere un nuovo sguardo d’insieme rispetto a quanto il clima comunica a tutte le persone dotate di buon senso: più semplicemente così non va!

Ed ecco apparire sui banchi di cervelloni e luminari d’ogni nazione e sorta un’idea che suona come davvero avanguardista e rivoluzionaria al tempo stesso: una nota casa automobilistica mondiale propone un cambiamento alla radice circa l’auto elettrica. Da strumento di trasporto a vettore energetico per alimentare casa e ufficio.

La portata innovativa enorme contenuta nell’assunto di cui sopra consiste semplicemente in questo: l’auto elettrica si fa strumento di trasporto non solo di persone fisiche, bensì mediano di tutti i sistemi elettrici nazionali d’Europa. E’ come se avessimo un enorme batteria viaggiante su gomma, con tanto di attacchi e prese a bordo per usi sia civili che professionali.

Questo, in sintesi, il primo passo sostanziale verso l’approdo ad un sistema di energia automotive realmente integrato, dalle infinite possibilità di diffusione, pronto a cambiare anche le abitudini al volante degli uomini del nostro tempo.

Grande importanza ha rivestito anche il ruolo del vento, quale fonte di alimentazione applicata a quanto sinora descritto: che cosa ne pensate di una batteria che si alimenta sempre, sia quando il sole batte, sia quando il vento soffia? Semplicemente straordinario. A tra poco sugli schermi della vita di ciascuno.

Nessun commento

Invia un commento