Close

15 gennaio 2018

BeChildren Regala la Sanità ai Bambini per Natale: la Forza della Beneficienza

bechildren, bechildren beneficienza sanità

La Beneficienza di BeChildren anche a Natale supporta la città indiana di Leh.

BeChildren come ogni anno ha voluto impegnarsi per portare il Natale al maggior numero di famiglie.

Anche a quelle persone meno fortunate che vivono in ambienti con difficili condizioni di vita.

uBroker è sempre orgogliosa di supportare Edi Righi nel suo progetto BeChildren nel suo lavoro di aiuto e beneficienza ai più bisognosi. E il risultato è stato grandioso!

BeChildren conquista i cuori del Warm Up

uBroker e Scelgozero sono tra i principali sostenitori del progetto di beneficienza. Tantoché al Warm Up di Natale, BeChildren è stato l’ospite d’onore.

L’evento si è tenuto a Milano Marittima presso l’elegante Hotel Le Palme nel weekend del 15, 16 e 17 dicembre.

Queste giornate hanno assicurato agli ospiti tanto divertimento e tranquillità. Il tutto accompagnato da una formazione seria e di alto livello.

E’ stata dedicata un’intera serata alla raccolta benefica che ha coinvolto tutti i presenti con lo scopo di devolvere poi il ricavato della serata alla causa di Edi Righi, BeChildren.

I premi messi in palio comprendevano:

  • Dipinto Originale di C.G. Rocca
  • Hoverboard
  • Smart TV da 55″
  • Xbox One
  • Centrifuga elettrica
  • Caffettiera Nespresso
  • Cesto natalizio

La suggestiva città romagnola ha creato la giusta atmosfera per rendere un successo la serata. Sono infatti stati raccolti oltre 2.300€ dalla serata, tutti destinati alla sanità nella città di Leh.

L’interesse è rivolto a questa cittadina indiana perchè sprovvista di un efficiente ospedale, non assicurando così cure adatte agli abitanti. Inoltre è situata a 3500 metri di altitudine e questo può portare a diversi problemi cardiaci.

Perciò lo scopo di BeChildren, in collaborazione con Ladakh Heart Foundation, è quello di finanziare l’opera ospedaliera e fornire gli stumenti medici necessari alla struttura.

Assicurando così il diritto di avere un futuro anche ai meno fortunati.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *